MAPCAST

copertina podcast1

-GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO-

PAYOUT

Quello che l’azzardo si prende

PAYOUT

quello che l'azzardo si prende

Più voci ci guidano in un percorso all’interno del mondo del gioco d’azzardo che ne esplora i vari aspetti, dalle difficoltà di chi rimane invischiato ai fattori sociali e politici che influiscono sul fenomeno, dalle illusioni di vincita dei giocatori ai calcoli dell’industria del gioco, dalle problematiche della dipendenza agli strumenti di riabilitazione.

IN EVIDENZA

01

L'ANIMA
E I SOLDI

- STORIE DI VITA-

Questo è quello che il gioco si prende, dopo anni, ma forse anche non appena ci si addentra nel suo mondo. In questa intervista ci viene raccontato, con dovizia di particolari, da chi è riuscito a sottrarsi alla sua presa e a ritrovare la libertà di condividere la sua esperienza con lucidità e onestà.

02

L'INDUSTRIA
DELL'AZZARDO

- UMBERTO FOLENA-

Umberto Folena, giornalista, autore con Daniela Capitanucci del libro PERCHÉ IL GIOCO D’AZZARDO ROVINA L’ITALIA ed. Terra Santa, ci propone una lettura di ampio raggio sul fenomeno della diffusione del gioco d’azzardo avvenuta negli ultimi anni nel nostro Paese, diffusione che ci porta a considerare l’azzardo come una delle industrie più produttive che, al pari di altre tipologie di impresa, mira ad ampliare e fidelizzare il numero dei propri clienti, utilizzando strategie che prendono però poco in considerazione il costo sociale della diffusione massiva del gioco.

03

MACHINE
ZONE

-UMBERTO FOLENA-

Umberto Folena, giornalista, autore con Daniela Capitanucci del libro PERCHÉ IL GIOCO D’AZZARDO ROVINA L’ITALIA ed. Terra Santa, ci parla della ‘machine zone’, quell’ambiente sia fisico che psichico dove il giocatore entra quando si connette alla slot machine, un ambiente studiato e costruito per favorire l’immersione in una realtà dove l’unica emozione sperimentabile è l’artificiale eccitazione indotta dal gioco praticato in maniera continuativa. Il giocatore ricerca l’immersione in questo ambiente che lo gratifica, perché gli permette di vivere in una realtà staccata dalle problematiche della vita personale e di concentrarsi unicamente nel rincorrere la fugace eccitazione che il gioco regala, sviluppando in alcuni casi una vera e propria forma di dipendenza patologica.

04

GIOCO ergo
perdo

- FRANCESO FANELLI -

Francesco Fanelli, statistico, ci svela dal punto di vista probabilistico i meccanismi propri dei giochi d’azzardo che portano chi gioca con costanza inevitabilmente a perdere, nonché le credenze irrazionali a cui i giocatori aderiscono nel tentativo di avere, o di pensare di poter avere, un controllo su una macchina programmata per farli perdere con una percentuale già stabilita. Il gioco antropologicamente è uno strumento utile al miglioramento delle proprie abilità con una importante funzione sociale e non un’attività aleatoria che finisce per irretire e impoverire chi le si avvicina.

05

da gioco a
dipendenza

-SONNY RAUMER-

Sonny Raumer, psicoterapeuta, conduttore da più di dieci anni di un gruppo terapeutico rivolto ai giocatori patologici, ci racconta di quando l’azzardo ha iniziato ad essere considerato, sia dalle istituzioni che in ambito sanitario, un fenomeno con ricadute negative sulla salute della popolazione e di come i professionisti del settore clinico hanno predisposto una risposta concreta ad un problema dilagante, nuovo e poco conosciuto.

06

Identikit del
giocatore

- SONNY RAUMER -

Sonny Raumer, psicoterapeuta, conduttore da più di dieci anni di un gruppo terapeutico rivolto ai giocatori patologici, delinea un identikit del giocatore evidenziando alcune caratteristiche salienti che lo contraddistinguono e propone poi alcune tipologie in cui i giocatori possono essere suddivisi sulla base delle motivazioni e dei fattori predisponenti all’avvicinamento all’azzardo.